Bilancio 2019: Un altro anno intenso in Caritas, ma non ci sono solo i numeri

Sarebbe un grave errore ridurre la presenza della Caritas sul territorio ad una serie di numeri che sintetizzano quel che la Caritas fa. Così come è un grave errore assimilare Caritas ad una associazione di volontariato. Caritas non è, infatti, un erogatore di servizi, ma è quel luogo pastorale attraverso cui una Chiesa diocesana educa prima di tutto se stessa alla carità, a quel «l’avete fatto a me» che Gesù ci indica nel capitolo 25 di Matteo.

Eppure anche i numeri possono aiutare a prendere sempre più consapevolezza di quanto sia preziosa e indispensabile la presenza quotidiana della Chiesa, che attraverso la Caritas diocesane e quelle parrocchiali risponde al bisogno di dignità che abita il cuore di ogni persona, qualsiasi sia la sua storia, la sua provenienza, il suo credo, la sua cultura.

Tutti, in un modo o nell’altro, desideriamo essere riconosciuti e riconoscibili e Caritas, attraverso il suo servizio, è come se dicesse a tutti coloro che bussano alla sua porta: «Ci sei, ti riconosco, perchè sei prezioso agli occhi di Dio». Dunque i numeri. Come riportiamo nella tabella qui accanto, anche il 2019 da poco concluso è stato un anno di grande impegno. Tuttavia si notano dei dati in flessione, ad eccezione della mensa, rispetto a tutti i vari servizi che Caritas assicura nella sua sede di via Alfieri. A questi vanno aggiunti la Bottega della solidarietà, il progetto «Famiglie solidali» e altre iniziative.

Nel 2019 hanno superato i 18700 i pasti serviti alla mensa. Come sempre, sono più consistenti i numeri riferiti al pranzo (16009). Il picco più alto è stato registrato a maggio (1469 pranzi), mentre a marzo va il «primato» delle cene servite: 282. Anche per gli indumenti il picco non è stato raggiunto in inverno, ma a giugno (451), mentre il numero delle docce è stato più elevato a dicembre (220). Gli incontri presso il centro di ascolto hanno oscillato fra i 227 di agosto e i 589 di marzo. Da poche settimane, grazie alla convenzione col Microcredito di solidarietà di Banca Mps, anche questo servizio ha in Caritas il suo centro operativo dove le persone interessate possono effettuare il colloquio. Ne abbiamo parlato diffusamente nell’ultimo numero del 2019. Resta solo da dire grazie ai volontari che, in via Alfieri e nelle Parrocchie, sono una risorsa straordinaria.

Fonte: Toscana Oggi – Edizione Diocesi Grosseto “Rinnovamento” del 12.01.2020

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *